Trovate video tutorial e presentazioni delle nostre lampade LED.

E per non farvi mancare nulla, non dimenticate di iscrivervi al nostro canale youtube.

Perchè utilizzare le lampade LED?

Grazie alle lampade LED è possibile coltivare facilmente sia in indoor che in serra, in modo più sicuro che con una classica lampada ad alta pressione (HPS-MH).

La temperatura di esercizio dell’illuminazione LED non supera i 50°C mentre quella di una lampada al sodio può arrivare fino a 270°C con rischio di bruciature e incendi.

Con una durata di 7-10 volte più lunga delle luci convenzionali, i LED consentono di evitare cambi frequenti della lampada.

Le lampade LED sono anche molto meno inquinanti, un ulteriore contributo a preservare il pianeta e ridurre l’impatto ambientale.

shield-FR

LED horticole - Installation simple - Plug and grow

Installazione semplicissima

Niente più cacciaviti, pinze o altri attrezzi… l’illuminazione Horticoled è Plug and Play. E’ sufficiente appendere le luci nel rispetto delle regole di sicurezza e collegare il pannello a una presa elettrica standard utilizzando il cavo di alimentazione fornito.

L’utilizzo di un timer consigliato per controllare l’accensione e lo spegnimento delle luci.

Distanza tra le piante e i LED?

Distance LED plantes - Ni trop près, ni trop loin

I LED emettono pochissimo calore e questo spesso incoraggia gli utenti ad avvicinare questo tipo di luce alla chioma della pianta.

Questo è un errore che può danneggiare le piante. I nuovi LED di forte potenza emettono una grande quantità di luce ottimizzata per essere assimilata dalle piante.

Posizionando queste lampade troppo vicino alle piante, i recettori vegetali possono diventare saturi . È per questo che è meglio sempre rispettare lo spazio minimo che vi consigliamo.

XMAX V4 deve essere posizionato ad una distanza minima di 30 centimetri quando utilizzato a piena potenza. È possibile ridurre questa distanza a 20 cm quando la potenza è inferiore al 50 %.

L'utilizzo di mini-riflettori permette una più larga diffusione della luce al fine di coprire una maggiore superficie di coltura.

Gli XMAX V3 sono equipaggiati con lenti che concentrano il flusso luminoso e devono essere posizionati ad una distanza minima di circa 40-50cm. E’ possibile tuttavia ridurre la distanza a soli 30cm abbassando la potenza al 50%.

Il flusso luminoso degli XMAX V3 è davvero impressionante ed una distanza troppo ravvicinata danneggerebbe realmente le piante.

Quali impostazione sono meglio per le mie piante?

Gli XMAX sono equipaggiati con potenziometri che controllano diversi gruppi di LED.

Questo vi permette di adattare lo spettro e l’intensità luminosa in funzione dello stadio di sviluppo delle vostre piante.

l nostri consigli dati a titolo semplificativo sono per piante che necessitano di un’elevata intensità luminosa, come pomodori, peperoni, canapa…

Così potrete adattare lo spettro in base alle reazioni delle vostre piante.

Tutto questo risparmiando energia…

Spectre réglable sur les LED horticoles

XMAX-4-V2-DIMMER--square

Durante la fase di radicazione, si consiglia di utilizzare solo il controller 3 che controlla i LED bianchi e complementari. La colorazione emessa è ideale per massimizzare lo sviluppo dell'apparato radicale. Si deve scegliere l'intensità della luce a seconda della superficie da illuminare. Già solo il 50 % della potenza è in molti casi sufficiente per i primi giorni radicazione. Ricorda il calore dei LED è molto basso ma emettono molta luce.

Pre-crescita   

La fase di pre-crescita segue la fase di radicazione.

Lo spettro consigliato per i 7 giorni dopo l'apparizione delle radici :

  • Variatore n 1 (rosso) - 10%
  • Variatore n 2 (blu) - 30%
  • Variatore n 3 (bianco e complementari) 100%

Per la settimana seguente :

  • Variatore n 1 (rosso) - 30%
  • Variatore n 2 (blu) - 100%
  • Variatore n 3 (bianco e complementari) - 100%

Crescita

Lo spettro emesso dalla potenza massima XMAX è adatto sia per la crescita che per la fioritura. Le varie opzioni sono presenti sulle lampade per consentire maggiori possibilità di regolazione in funzione delle piante.

  • Variatore n 1 (rosso) - 50%
  • Variatore n 2 (blu) - 100%
  • Variatore n 3 (bianco e complementare) - 100%

Pre-fioritura   

Quando il fotoperiodo è cambiato per indurre la fioritura (passaggio da 18h a 12h di luce al giorno per gli impianti a giorno corto) le piante tendono ad accelerare e ad allungarsi come reazione a questo stress. Questo fenomeno si chiama "strech".

Per limitare questo "stretch" è possibile utilizzare questo spettro per una settimana :

  • Variatore n 1 (rosso) - 50%
  • Variatore n 2 (blu) - 100%
  • Variatore n 3 (bianco e complementari) -100%

Fioritura

Dopo la fase di crescita rapida a seguito del passaggio in fioritura, la lampada può essere utilizzata al 100% della sua capacità per fornire il massimo di energia alle piante e stimolarne lo sviluppo.

  • Variatore n° 1 (rosso) - 100%
  • Variatore n° 2 (blu) - 100%
  • Variatore n° 3 (bianco e complementare) - 100%